Brillori di stelle nel Cielo e me: una breve riflessione alla vigilia del ritorno a “valle”

Sono  fuori la porta d’ingresso dell’albergo che ci ha ospitato in questi giorni. Il posto dove sono seduta è come un piccolo pronao sopraelevato. Due ampie scalinate si aprono ai lati per condurre nel vasto cortile circondato da  alberi alti, sottili e neri. Abbiamo appena finito di cenare, fervono i preparativi per la “serata artistica”.

Sono sola. Mi piace prendermi una piccola pausa per meditare, per rivivere esperienze ed emozioni vissute.  Alzo gli occhi e contemplo l’immenso cielo stellato, brillante e nitido che si apre sopra di me. Guardo le stelle e respiro. Per quanto tempo catene e legacci mi hanno stretto la gola impedendomi di respirare, di guardare oltre, di guardare il cielo!

Dal cortile salgono leggere e timide alcune note strimpellate alla chitarra, poi un vociare sommesso. È un gruppo di ragazzi che prova qualcosa da presentare stasera. Mi nascondo un po’ e mi metto in ascolto. Il suono ora è forte e chiaro, una voce limpida e fresca inizia a cantare con forza e passione:

oggi decido io, oggi sono cambiato, oggi è un giorno mio … sento il mio coraggio, non faccio un passo indietro, oggi sono salvo, sono il mio nuovo me … “.  I ragazzi hanno fatto propria la canzone “Non ho paura” del gruppo “The Sun”. Che bella scelta! Appropriata … per tutto quello che abbiamo vissuto. Sento nei ragazzi che cantano una grande carica, la voce di Ilaria è sempre più forte, sembra voler squarciare quell’immenso cielo stellato. Forza Ilaria! Non conosco la tua storia, non so se anche tu sei vissuta per lungo tempo in una caverna, non so in quali buche sei caduta, quali inganni hanno tarpato le tue ali, ma so che sei una bellissima persona! E che … farai cose grandi! È questo che sento nella tua voce, nelle tue parole urlate al vento!

Provo una grande emozione e una forte empatia verso questi ragazzi che hanno avuto l’opportunità, ma anche la forza e il coraggio di mettersi in discussione.

Ragazzi, siete dei guerrieri, siete … un capolavoro! A tutti voi che intraprendete questo meraviglioso percorso con Silvestro e Antonella Paluzzi, auguro di poter guardare sempre il cielo, di poter tenere sempre lo sguardo in alto, verso le nuvole e le stelle, verso la Luce, verso l’infinito di Dio! Porterò nel cuore le vostre storie, le vostre esperienze, le vostre emozioni. Grazie per averle condivise con noi.


Di Alessandra de Angelis, Counsellor multisetting di primo Livello della Scuola di Formazione, Ricerca e Counselling psicologico Outdoor setting®

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *