Se la coppia senza figli riscopre un’altra fecondità

coppi senza figli scopre nuova fecondità
Silvestro e Antonella Paluzzi, Direttori della Scuola di Formazione, Ricerca e Counselling psicologico Outdoor Setting di Roma, hanno condotto un ritiro di due giorni a Poggio a Caiano, vicino Firenze, alle coppie sterili partecipanti, insieme a D. Paolo Anfuso, Alessio e Lucia Della Bella e Lorenzo e Paola Franchini. Al ritiro hanno offerto il loro contributo di riflessione al tema alcuni amici e professionisti, prima di tutto testimoni con la loro stessa vita di quanto da loro presentato nelle comunicazioni scientifiche. Nello stile della formazione integrale che viene proposta dai coniugi Paluzzi per la pastorale, con l’ausilio degli strumenti psicologici e in un orizzonte di fede, Silvestro Paluzzi ha tenuto la catechesi ‘drammatizzata’ mediante il modulo da loro ideato dei ‘nodi esistenziali’, ferite della storia personale, usando la metafora della corda e dei nodi, terminata con un kerigma sul piano esistenziale della sofferenza.
Schermata 2015-10-12 alle 22.20.48Nella mattinata dello stesso giorno i coniugi Paluzzi, avevano aperto la giornata con la preghiera e un’attività di tipo psicocorporeo, portando tutti i partecipanti fuori dell’aula (outdoor setting), nel parco dell’Hotel, invitando  a svolgere un’attività di coppia con delle palline colorate lanciate l’un l’altro, in modi di lancio sempre più attenti a vivere in coppia l’attenzione e la delicatezza della relazione e dell’ascolto, metafora della relazione di coppia dove l’altro è Cristo. I formatori Paluzzi, hanno  concluso il pomeriggio di domenica con il modulo delle ri-decisioni (versione indoor del crinale) chiamando  a fare esperienza, qui e ora, nel kairos temporale, una coppia volontaria presente, offrendo loro di sperimentare l’uscita dall’impasse psicologico di coppia e ri-decidere oggi, sul ‘crinale’, con Cristo, in termini di desideri e progettualità di coppia ciò che considerano bene per loro, per il prossimo futuro, riscoprendo e affidando tutto alla volontà di Dio su di loro, e al confronto e alla verifica tra alcuni mesi con noi nella condivisione di un’altra opportunità residenziale.
L’articolo completo, pubblicato sul numero de L’Osservatore Toscano, Setimanale della Diocesi di Firenze, del 11 0ttobre 2015, pag. 3, è disponibile di seguito.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *